Attraverso la conoscenza delle leggi che regolano i rapporti tra noi e l’universo della nostra dimensione, possiamo acquisire gli strumenti adatti a rendere la nostra esistenza pienamente consapevole. Questa conoscenza primordiale applicata al cibo fondamentale può guidarci agevolmente nel mare dell’esistenza.

Sapremo scegliere il cibo essenziale, il più gradito, il più facile da preparare e il più salutare con la naturalezza che deriva dall’ aver conseguito la conoscenza.
Sapere utilizzare il cibo come medicina, mentre gustiamo e godiamo del cibo quotidiano, serve a mantenere vitale la nostra energia, curare i disturbi, modificare e migliorare il nostro modo di essere, fino al raggiungimento della lunga vita.

Gli alimenti coltivati con metodi naturali come la biodinamica conservano intatta l’energia primordiale e sono capaci di trasfonderla in chi se ne alimenta.

Secondo livello – Il cibo come medicina

  • Adottare il cibo come medicina alla luce del principio yin yang
  • Alimenti fondamentali in base alla stagione
  • Il cibo adatto a ciascuno secondo la fisionomia
  • I sette livelli della dieta
  • Siamo medici di noi stessi o caporali?
  • Rimedi esterni e di soccorso immediato
  • Elementi di agricoltura biodinamica

gli incontri saranno coordinati da Nicoletta Liguori

nicoliguo <at> yahoo.it (sostituisci <at> con @)

e avverranno contestualmente agli spostamenti della Ragnatela Autoproduzioni che ogni mese organizza mercatini con tanti artigiani del cibo e della materia, dell’arte e della cultura. In questi mercatini lo SCEC circola come se fosse euro, solo che non truffa chi lo usa, quindi non dimenticateli a casa!

Annunci