Lo scopo del corso è quello di svegliare le coscienze meridionali e dimostrare che non siamo un popolo di assistiti e mendicanti… ma se alla fine del corso l’unico risultato sarà che, oltre all’ esempio della ferrovia Napoli-Portici, avrete le conoscenze fare altri esempi su quello che era Napoli ed il Sud, siamo contenti. Ove possibile le lezioni si terranno in dialetto, il riferimento al Regno delle Due Sicilie è dovuto a motivi temporali (non vogliamo i Borboni di nuovo) ossia è quello più vicino a noi come arco spazio/tempo.

MATERIALE DIDATTICO

 

  • Economia nel Regno delle Due Sicilie
  • L’arte nel Regno delle Due Sicilie
  • Go to Naples (ossia Napoli come Parigi e Londra)
  • Scena e retroscena la marcia degli Eroi, l’impresa dei mille
  • Gaeta, Messina, Civitella del Tronto. La resistenza dell’esercito regolare.
  • S.P.Q.C. sono pazzi questi cafoni. Il brigantaggio: Resistenza o sopravvivenza?
  • Consuntivo e ucronia: Come siamo e come avremmo potuto essere
  • Ferdinando II: il re Bomba o il Grande RE?
  • Come la toponomastica inneggia ai farabutti.

le lezioni saranno coordinate dal prof. preferenziale

Nicola Terracciano dottornico <at> inwind.it

(sostituisci <at> con @)

 

Annunci